Skip navigation

pallone_animatoE’ italiano il pallone di platino!

 

c_3_media_604120_immagine_lSono stati solo due gli italiani presenti nella lista dei 30 giocatori candidati alla vittoria del Pallone d’Oro 2008, ovvero gli azzurri Gianluigi Buffon e Luca Toni. Gli altri giocatori che militano nel campionato italiano presenti nell’elenco sono lo svedese Zlatan Ibrahimovic e il brasiliano del Milan Kakà, che vinse l’anno scorso.

Alla fine ha vinto Cristiano Ronaldo, di cui si parla non solamente per le sue doti sul campo, ma anche per la sua vita ricca di sregolatezze, di festini con prostitute di alto livello o di scorribande con i suoi compagni di squadra. Per non parlare delle sue celebri fidanzate, di cui l’ultima è Fernanda una nota escort.

senzatitolo2uz1Dunque puntuale come il Natale, gli italiani entrano in fibrillazione per i risultati del pallone d’oro, un’invenzione francese a cui solo noi diamo tanta importanza. Non se ne trova traccia in Europa, nel calcio che conta. A dirla tutta, neanche in Francia danno molto peso a questo premio, anche se nessuno lo dice, infatti, tra le pubblicazioni che non siano quelle di France Football, l’organizzatore, o dell’Équipe che tra l’altro appartiene allo stesso gruppo editoriale, il Pallone d’oro viene liquidato con poco.

Alessandro Del Piero, una delle prime stelle del calcio mondiale, indiscusso fuoriclasse e per acclamazione di popolo, “pallone di platino” invece, scompare dalla lista dei 50 candidati e qui forse possiamo dire che qualcuno c’è andato forte con lo champagne e anche di qualità scadente. Non solo Alex non è neanche tra quelli candidati, ma grattando troviamo il buon vecchio e stagionato Luca Toni.

Non c’è Alex, proprio in uno dei momenti più fulgidi della sua carriera, lui, l’uomo che ha fatto alzare in piedi il Bernabeu in tripudio, e non è bastata la sua forma, il suo esempio. Ignorare un calciatore planetario come “Pinturicchio” è come studiare letteratura e saltare a piè pari Dante Alighieri!

Alex in carriera ha trionfato in ogni competizione, ma alla classe di Del Piero il pallone d’oro nulla toglie e nulla aggiunge. Noi italiani non abbiamo bisogno di un riconoscimento francese, anche perché il nostro calcio è centenario, mentre quello dei “blè” fino all’esplosione di Platini f_nat_10era solo uno sport di provincia. Tuttavia che Alex meriti la sfera dorata lo dicono i tanti campioni che lo hanno affrontato, come Raul, Toldo, e anche i compagni e gli allenatori che lo hanno incontrato. E’ innegabile in ultima analisi che l’albo d’oro sia legato alla storia della Juve e a doppio filo con il Pallone d’Oro, poiché la società bianconera ne ha avuti 9, quindi più di tutte le altre. Dopo Sivori ci fu Rossi, poi i tre di Platini, poi Baggio, Zidane, Nedved e Cannavaro. Manca oggi solo il numero 10, e Pinturicchio lo porta stampigliato sulla maglia bianconera da metà degli anni 90’!

Dopo aver vinto i mondiali, possiamo dire d’aver superato ancora una volta i francesi, poiché il pallone di platino è italiano!

Simona Aiuti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: